LiguriaShop.it - Dormire, mangiare, shopping e divertimento in un click!
Dormire, mangiare, shopping e divertimento in un click!
cosa stai cercando?
in quale paese?
I Love liguria by LiguriaShop

Diano Marina

Diano Marina
Golosamente

Punti di interesse

- la vallata dianese e le sue frazioni
- Chiesa di Sant'Antonio Abate
- Museo civico della Communitas Diana, in cui sono conservati numerosi reperti archeologici

La città è famosa per

- quasi 4 chilometri di spiagge di sabbia fine
- Infiorata del Corpus Domini

Numeri Utili

Croce Rossa
tel. 0183.494112
Guardia Medica
tel. 800554400

Polizia Municipale
tel. 0183.493049

Ufficio Postale
tel. 0183.497413
Farmacia Novaro
(Diano Castello)
tel. 0183.494770

Farmacia Guglielmi
(Diano Marina)
tel. 0183.497555
Farmacia Sciolli
(Diano Marina)
tel. 0183.407530
Farmacia Sattin
(Diano San Pietro)
tel. 0183.429028

Taxi
tel. 0183.495210

Se cerchi Case in vendita a Diano Marina consulta gli annunci dell'agenzia immobiliare Costa Ovest

Mercato

Mercato Comunale
quando: Martedì mattina
dove: Piazza Papa Giovanni (attualmente si svolge in C.so Roma, Viale Kennedy, Piazza Jacopo Virgilio)
Mercatino del collezionismo e piccolo antiquariato, la prima domenica di ogni mese

Centri Sportivi

- Bowling Via Diano S. Pietro, 71 tel. 0183.494131
- Club Del Mare (Scuola di Windsurf) Viale Torino,19 Tel. 347.2772541/0183-496869
- Palazzetto Primavera Via dello Schiavo 0183.493294

Cenni Storici

Secondo alcuni studi effettuati dagli storici si è potuto apprendere che l'origine di Diano Marina è certamente assai antica, risalente al Paleolitico superiore e all'Età del Ferro. Sul territorio sono stati trovati vari reperti quali urne cinerarie facenti parte di una necropoli suffragando pertanto le tesi di una probabile origine preistorica del borgo.

L'Impero romano attorno al 200 a.C., impegnato nella conquista della regione ligure, qui costituì un piccolo borgo di sosta chiamato Lucus Bormani, "radura sacra all'interno di un bosco" originariamente dedicata al dio Bormo o Borman. L'attuale denominazione di Diano deriverebbe proprio grazie ai Romani che vollero educare la popolazione locale al culto di Diana, dea della caccia, estirpando il dio preistorico Bomano precedentemente venerato. Dell'antica presenza romana rimangono ancora oggi costruzioni di un agglomerato urbano, scoperte durante alcuni scavi adiacenti il campo sportivo.

Secondo alcune fonti la primitiva educazione al Cristianesimo si ebbe intorno al I secolo ad opera dei santi Nazario e Celso, ai quali la popolazione dianese dedicherà in seguito una piccola chiesa vicino al campo sportivo. Tra il IX e il X secolo subì come altri paesi costieri le invasioni dei pirati Saraceni.

Un nuovo impulso all'economia del borgo, specie il settore agricolo, si ebbe nell'XI secolo quando i Benedettini - provenienti dal Piemonte - introdussero la coltivazione dell'ulivo e la conseguente produzione di olio di oliva. In questo secolo il territorio divenne dominio feudale dei marchesi di Clavesana fino al 1177 quando si eresse comune libero e autonomo. Nel 1228 diverrà parte integrante della Repubblica di Genova stringendo con il capoluogo ligure una duratura alleanza.

A seguito dell'invasione delle truppe francesi di Napoleone Bonaparte, che causerà la caduta della repubblica genovese nel 1797, fu dichiarata la Municipalità ufficiale nel 1798. Nel 1815 verrà inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilirà il Congresso di Vienna del 1814 anche per gli altri comuni della Repubblica Ligure, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861.

Nel 1887 un violento terremoto (Terremoto di Diano Marina) distrusse molte località del ponente ligure e a Diano Marina causò la distruzione dell'antico abitato storico causando numerose vittime.

Visualizzazione ingrandita della mappa